Gran Monello

Miscuglio ricco in fibre naturali, Frutta e vitamine aggiunte. La, somministrazione di Gran Monello può essere associata a fieno, di buona qualità.

COD: 6065 Categoria:

Composizione

Pellet piccolo, Fagiolini verdi, Pisello fioccato, Carruba, Avena bianca, Orzo, Carota (disidratata), Favino schiacciato, Frumento, Mais schiacciato, Girasole iregi, Mais, Carota Fancy (disidratata), Uva (Frutta disidratata), Albicocca (Frutta disidratata)

Confezioni

Kg: 1 – Pz: 6 – Confezione: Sacchetto 1 kg x 6 pz – Cod: 6065/1

Kg: 2,5 – Pz: 4 – Confezione: Sacchetto 2,5 kg x 4 pz – Cod: 6065/2

Informazioni aggiuntive

Animale 2

Animale 1

Tipo prodotto

Settore

Brand

Generale

Il coniglio (Oryctolagus cuniculus) appartiene alla Famiglia dei Leporidi, come la lepre. In natura i conigli vivono  in gruppi, in sistemi di gallerie sotterranee da loro scavate. La struttura e la taglia di questo animale variano notevolmente a seconda della razza: si parte, infatti, dal coniglio nano olandese che pesa meno di un chilogrammo e si arriva alle razze giganti, (come ad esempio il gigante fiammingo), che ne pesano fino ad otto.
Il GranMonello Manitoba è un miscuglio di “ricercato equilibrio nutrizionale”, privo di cereali estrusi (amidi a rapida digestione mal tollerati dal coniglio), ricco in ortaggi (carote, fagiolini, piselli, fave) e frutta (carruba, banana, uva ed albicocca), integrato con vitamine, sali minerali e privo di coloranti. Particolarmente adatto anche per Cavie.

Istruzioni per un uso corretto

Il Gran Monello Manitoba è un alimento completo da somministrare in apposite mangiatoie in quantità corrispondente a quella mediamente consumata nelle 24 ore, e ciò in funzione dell’attività fisica, dello spazio a disposizione, del microclima e dell’età del coniglio. Soprattutto nei conigli costretti ad una scarsa deambulazione è consigliabile associare al miscuglio fieno di buona qualità. Garantire acqua fresca e pulita sempre a disposizione.

Curiosità

Ai conigli piace molto rosicchiare, questo deriva anche da un bisogno fisiologico di consumarsi i denti; per cui state molto attenti soprattutto ai fili elettrici, perché c’è la possibilità che prendano la scossa. Per ovviare a questo inconveniente si possono usare delle sostanze con un odore forte, come ad esempio l’aceto, che non sono gradite dai conigli, dal quale gireranno senz’altro al largo.